Abemus fontanella

Dopo due anni di continui solleciti, finalmente l’ACEA ha provveduto alla riparazione della fontanella. A Roma le cose si muovono con una lentezza disarmante, tuttavia dobbiamo riconoscere che hanno fatto un buon lavoro: perdita riparata, fontanella verniciata e base pulita.

IMG_20180519_124205-a

Soprattutto in vista della bella stazione, un punto di acqua potabile per il parco è veramente necessario. Ormai basta poco per gioire, ma visto lo stato di abbandono del verde comunale, possiamo essere fieri di questo nostra area verde.

img_20180519_124213-a.jpg

 

Annunci

Pulizie di Primavera

Oggi abbiamo completato la pulizia del parco che avevamo cominciato la scorsa settimana. Grazie ad Umberto e Alessandro, l’area cani è stata ripulita, i cespugli potati e l’erba tagliata. Le piccole aiuole intorno alla stradina sono state pulite.  Questo si aggiunge al grande lavoro fatto la scorsa settimana, quando avevamo pulito tutta l’area del parco, dall’area oltre il campo, fino all’area giochi. Grazie a tutti coloro che hanno contribuito!!!

E visto che come sempre, un’immagine vale più di tante parole, ecco qualche foto della giornata.

 

 

Aggiornamento bando fondi regionali

Amiche e amici del parco, oggi siamo stati informati, sulla casella di posta certificata dell’associazione, che il comune ha trasmesso la nostra richiesta di finanziamento alla regione.

Credo che ciò voglia dire (il condizionale è d’obbligo perché è sono una mia interpretazione) che il comune non ha avvisato inesattezze nella nostra richiesta e chiede alla regione di fare a sua volta la sua valutazione. Vi ricordo infatti che è la regione che emette i finanziamenti, mentre il comune fa da “tramite” tra le associazioni come la nostra e la regione stessa.
Non abbiamo dunque ancora raggiunto il traguardo, ma la nostra pratica ha fatto comunque un passo in avanti. Qui trovate tutti i documenti relativi

Come sempre, quando ci saranno altri sviluppi vi terrò aggiornati.

 

Primavera anticipata?

Complice un tempo decisamente primaverile, stamattina abbiamo pulito la stradina che scende verso via della Grande Muraglia. Era ridotta veramente male, con l’era che aveva ricoperto le panchine. Adesso è ridiventata almeno accettabile.

Abbiamo anche ripulito la zona del parcheggio di fronte al parco. Grazie a Cristina che ha percorso qualche chilometro con il tagliaerba.  Alessandro ha iniziato a potare alcuni alberi, che stanno già fiorendo (ma voi ricordate alberi fioriti all’inizio di Febbraio?)

Grazie a tutti… evviva il nostro parco.

I fondi della regione Lazio per le aree verdi

Cari amici, care amiche, come rappresentante dell’associazione, oggi ho depositato la nostra domanda per accedere ai fondi che la regione Lazio mette a disposizione per la manutenzione e la cura delle aree verdi della nostra regione. Con l’aiuto di molti di voi, abbiamo individuato una serie di opere e attrezzature per il parco. Non siamo stati in grado di coprire tutte le richieste, ma nel caso in cui riuscissimo ad avere il finanziamento, il nostro parco diventerà certamente migliore.

Cosa prevede il bando della Regione? (scaricabile a questo link)

Associazioni senza fini di lucro possono chiedere un finanziamento fino ad un massimo di 20.000 Euro per opere di manutenzione, pulizia e per l’acquisto di materiali per aree verdi.  Il finanziamento consiste in 15.000 Euro per spese correnti (lavori e opere), e 5.000 Euro per spese in conto capitale (acquisto di materiale, attrezzature). La regione finanzia il 90% delle spese, fino ad un massimo di 20.000 Euro: il rimanente 10% deve essere coperto dall’associazione.

La regione mette a disposizione un totale di 850.000 Euro, di cui il cui 50% è destinato al comune di Roma. I fondi vengono assegnati alle associazioni che rispettano i criteri di ammissibilità, in ordine cronologico di presentazione della domanda, fino ad esaurimenti dei fondi.

Le associazioni devono presentare un progetto recante

  1. l’illustrazione dettagliata degli interventi e delle attività di manutenzione da realizzare;
  2. cronoprogramma degli interventi e delle attività su base almeno mensile;
  3. piano economico-finanziario;
  4. planimetria dell’area verde interessata.

 

Cosa prevede il nostro progetto per il parco?

Il nostro progetto è scaricabile a questo link,  ed è il risultato di una sintesi e commenti di molti di voi. Abbiamo cercato di bilanciare le esigenze di molti, ma chiaramente le risorse non erano infinite e abbiamo dovuto fare delle scelte. Credo tuttavia che il risultato finale sia equilibrato e il migliore possibile. Il nostro progetto prevede tre tipi di interventi.

  1. Sistemazione della stradina interna al parco. Questo e’ l’intervento economicamente più rilevante. La stradina sta cedendo un parecchie parti e con ogni pioggia il pietrisco defluisce verso il basso. È un intervento atto a rendere il parco agibile ai disabili e a semplificarne la manutenzione e la pulizia (tagliare l’erba che cresce lungo  la stradina è una attività molto faticosa e pericolosa). Date le risorse, e sulla base di un preventivo approssimativo fatto da un paio di ditte, molto probabilmente riusciremo a sistemare solo una parte della stradina, ma sarà in ogni caso un miglioramento rispetto alla situazione attuale.
  2. La sistemazione dell’area giochi bimbi. Qui l’idea è di attrezzarla con una struttura giochi in legno più grande, tipo “castello”, come si vede in altri parchi. Alcuni di voi hanno fatto giustamente notare che i giochi attualmente disponibili sono troppo limitati. Vorremmo inoltre anche sistemare alcune panchine con tavoli e coprire il gazebo esistente, soprattuto dal sole estivo.
  3. La sistemazione dell’area cani, che in estate non ha una vera zona di ombra e in inverno si riduce spesso ad un terreno fangoso. Si creerà una piccola pavimentazione che unisca l’ingresso e una zona di ombra, evitando il fango e le pozzanghere. Sistemeremo anche un gazebo di legno, che possa proteggere dal sole estivo, con delle panchine in legno.

Tutti gli interventi sono descritti in dettaglio nel progetto allegato alla domanda presentata oggi in comune (link).

Cosa succede ora? 

Naturalmente abbiamo solo presentato una domanda e non abbiamo la certezza di avere i fondi. Il comune ha 60 giorni per valutare il nostro progetto, quindi verosimilmente sapremo qualcosa prima dell’estate. Inoltre, come potete vedere dal progetto allegato, molte delle spese sono basate su una stima approssimativa. Se il nostro progetto verrà approvato, faremo fare dei preventivi da ditte specializzate: in quel caso potranno risultare scostamenti di spesa rispetto a quanto preventivato, che ci potranno costringere a selezionare solo alcune opere tra quelle descritte sopra.

Ma in ogni caso il nostro parco sarà migliore, e ne sarà valsa la pena provarci.

Grazie a tutti coloro che hanno contributo a questo lavoro e a tutti gli amici del parco di via Mar della Cina!!!

 

 

 

Una calda giornata di Gennaio

Ieri abbiamo fatto un po’ di ordine al parco. Tagliato l’erba in (quasi) tutto il parco, pulito l’area giochi dei bambini e verniciato tutte le panchine, i cestini e i giochi in legno. Grazie a tutti voi che avete partecipato!! Con il contributo di tanti, non ci vuole molto per vivere in un ambiente decoroso.

 

 

 

Spero che l’attenzione, la partecipazione e la contribuzione di tutti, anche minima, non diminuisca con il tempo. Spesso si danno per scontate alcune cose che fanno parte della quotidianità, fino all’indifferenza: il decoro e la pulizia del parco stanno diventando cose “normali” per noi. Queste due foto ci ricordano però come era il parco, e come rischia di diventarlo se la nostra attenzione svanirà.

cropped-dsc_6965.jpg
Come era l’area di fronte al parco
20161126_001
Il parco a Novembre 2016

 

Infine, il comune ha dato un piccolo segno di vita. E’ stato saldato il cancello dell’area cani che era pericolante e una squadra di tecnici ha fatto un po’ di manutenzione ai giochi dei piccoli (l’altalena in particolare). Non è molto, speriamo che sia solo l’inizio. Mi hanno assicurato (ma purtroppo non è la prima volta) che anche la fontanella verrà riparata.

Grazie ancora a tutti !!

Grazie Letizia…

Tutti noi che frequentiamo il parco, forse non ci facciamo ormai caso, da un anno e mezzo troviamo sempre i cestini dei rifiuti in ordine, svuotati, puliti. Se qualcuno pensasse che per magia il comune sia diventato così efficiente, beh, non è così.

Letizia

Lo dobbiamo a Letizia, una nostra amica che quasi tutte le mattine svolge questo servizio per tutti noi. Questo post è solo per dirgli pubblicamente grazie :-).

E per comunicarvi che da ora in poi divideremo questo onere tra un gruppo più ampio di persone. Letizia ha organizzato un gruppo di volontari: dividere questo compito tra tanti permetterà a Letizia di riposarsi un po’ e a molti altri di dare un contributo al mantenimento del parco. Se vuoi partecipare anche tu, scrivici a mdellacina@gmail.com.

 

E luce fu… dopo tre mesi

Da venerdì sera l’illuminazione del parco è stata finalmente ripristinata: dopo circa tre mesi, qualche centinaio di telefonate, ed un ping pong tra uffici dove nessuno sembra essere responsabile di trovare una soluzione, siamo finalmente riusciti a riportare l’illuminazione al parco.

 

parco_notturno

Tre mesi fa ACEA ha interrotto l’illuminazione perché il comune risultava essere moroso rispetto ai pagamenti.  Quando, nel maggio 2016, il comune ha preso in carico il parco dal costruttore dei palazzi di via della Grande Muraglia, nessuno si è preoccupato di volgere l’utenza dell’illuminazione dal costruttore al comune stesso. Il costruttore ha smesso di pagare, il comune non ha mai iniziato i pagamenti. Dopo circa un anno, ACEA ha sospeso l’illuminazione. A seguito dei nostri reclami, il comune ha riconosciuto il problema e dopo circa tre mesi ha ripristinato l’illuminazione.

Questa è la breve storia, riassunta in poche righe, di quanto è successo. Ognuno di noi può trarne le conclusioni che crede. Mi permetto di farne due da parte mia.

La prima: le strutture del comune responsabili del funzionamento normale dei servizi di questa città, sono un meandro inestricabile dove nessuno si sente responsabile di nulla. La sensazione che si percepisce è che la città venga amministrata “per caso”, inseguendo una emergenza dopo l’altra. Non c’è programmazione, organizzazione, controllo sulle attività da fare.

La seconda ci riguarda da vicino: in questo momento di grande sofferenza della città, noi cittadini abbiamo non solo il diritto, ma anche il dovere di farci sentire per evitare che questa città scivoli verso un declino sempre peggiore. Il controllo sul territorio spetta a noi: chiamare un assessore, ricordare ad AMA che sporcare le nostre strade non è affatto accettabile, è una attività che ognuno di noi può fare. La mala-amministrazione si fa gioco di una popolazione che accetta tutto in silenzio.

Infine, ieri mattina abbiamo fatto un po’ di pulizia al parco. Vi allego alcune immagini, che dimostrano meglio di tante parole, il piacere di contribuire a vivere in un ambiente migliore. Grazie a tutti voi che avete partecipato!

La pulizia da parte di AMA in via Mar della Cina

Cari Amici, care amiche, come avrete notato, negli ultimi giorni AMA ha fatto una pulizia di via Mar della Cina. Vi allego qui sotto lo scambio di mail con l’assessore all’ambiente del municio, Marco Antonini a proposito del servizio AMA  su questa strada.

 

from: Marco Sebastiani
to: MARCO ANTONINI
date: Sat, Aug 12, 2017
subject: Servizio AMA – via Mar della Cina

Gentile Assessore Antonini, faccio seguito alla nostra conversazione telefonica riguardo al servizio AMA in via Mar della Cina

  • Le allego la schermata, reperibile oggi sul sito web AMA, che viene aggiornata ogni mese. Secondo questo piano, via Mar della Cina avrebbe uno spazzameto meccanico una volta al mese. L’ultimo servizio sarebbe dovuto avvenire il 7 Agosto, nel pomeriggio. Screen Shot 2017-08-12 at 11.25.06
  • Ho la certezza che tale servizio non sia stato svolto. Questa situazione si ripete da mesi, servizi di pulizia non fatti per mesi e mesi. Il sito web e’ aggiornato costantemente, riportando servizi mai fatti. Per fare un esempio di cui ho assoluta certezza, il tratto del marciapiedi sotto la mia abitazione non viene pulito da AMA da piu’ di 9 mesi.
  • Quando il servizio viene fatto, non e’ mai completo, intere zone delle strada sono saltate. Parti di questa via non sono mai state pulite da AMA (ad esempio la zona antistante il parco). Intendo esattamente MAI, negli ultimi 20 anni. Vengono completamente saltate.
  • E’ una situazione francamente insostenibile. Ho chiamato più volte negli ultimi anni sia Napoleoni, che la sede di via Laurentina, ma ogni volta c’era una scusa: una macchina rotta, “lo faremo domani” e cosi via.
La ringrazio di nuovo per l’interessamento.
Marco Sebastiani

 

from: Marco Sebastiani
to: MARCO ANTONINI
date: Thu, Aug 17, 2017
subject: Re: Servizio AMA – via Mar della Cina

Gentile Assessore Antonini, ieri e’ stato fatto uno sfalcio dell’erba e uno spazzamento meccanico dell’area di via Mar della Cina di fronte al parco.

Non so se sia una azione conseguente alla mia mail di alcuni giorni fa, ma in ogni caso e’ un fatto positivo.
Spero che sia l’inizio di una attività regolare e non un intervento “una tantum” e che soprattuto sia estesa a tutta la strada.
Cordiali saluti
Marco Sebastiani

from: MARCO ANTONINI
to: Marco Sebastiani
date: Giovedì, 17 agosto 2017
subject: Re: Servizio AMA – via Mar della Cina
Buongiorno,
si tratta della conseguenza della sua segnalazione inoltrata all’AMA. Vorrei inserire la strada fra gli itinerari protetti, in modo da ripeterlo ogni mese a cadenza regoalre.
cordiali saluti

from: Marco Sebastiani
to: MARCO ANTONINI
date: Fri, Aug 18, 2017
subject: Re: Servizio AMA – via Mar della Cina

 Grazie. Spero che in ogni caso il servizio AMA (itinerari protetti o non), possa essere svolto con regolarità. Trovo abbastanza singolare (direi al limite della truffa), che il sito web dell’AMA pubblicizzi dei servizi, con data e orario, che non vengono fatti. Non credo sia normale affatto.

La ringrazio in ogni caso per l’interessamento. Mi faccia sapere inoltre quando si pensa di sbloccare le questione dell’illuminazione del parco.
Cordiali saluti
Marco Sebastiani

Non solo il parco

La scorsa domenica, abbiamo svolto una pulizia della zona del parcheggio di fronte al parco. La zona superiore e’ stata ripulita dai rami caduti dell’albero e le erbacce sono state rimosse. E’ stato inoltre piantato un ulivo, donato da un nostro amico. Dopo anni di incuria questo piccolo angolo di verde sta assumendo un aspetto gradevole.

Tutta la la striscia di verde del parcheggio è stata ripulita e l’erba tagliata.

Anche la striscia vicino alla fermata dell’autobus è stata ripulita dalle cartacce e dalle erbacce. L’erba che cresceva alta sui marciapiedi è stata rimossa. Era da tanto tempo (forse da sempre) che non vedevo questa piccola zona di verde così in ordine.

Infine, la zona vicino ai secchi della spazzatura e’ stata ripulita dai rovi e finalmente messa in ordine.

Grazie infinite ad Enrico, Francesca, Genesio e Aldo, che hanno condiviso questa mattinata di lavoro. Credo che dovremmo tutti essergli grati per quanto hanno fatto per la nostra comunità.